Meridiano 42

Il Meridiano 42 attraversa latitudinalmente l’intera area del Corno d’Africa, intersecando l’Eritrea, l’Etiopia, la Somalia e Gibuti, rappresentando idealmente in tal modo la coordinata geografica di riferimento unitaria dell’intera regione.

Il programma di ricerca dedicato al Corno d’Africa è stato in tal modo ideato con l’intento di perseguire l’obiettivo di continuare una tradizione di studi regionali in un contesto geografico caratterizzato da forti legami storici e culturali con l’Italia, per indagarne le dinamiche politiche, sociali, economiche e della sicurezza.

Collocata strategicamente nell’intersezione tra i margini orientali del Sahel, l’ingresso nel Mar Rosso e sulle sponde dell’Oceano Indiano, la regione del Corno d’Africa rappresenta un importante crocevia di interessi strategici ed economici, che hanno determinato nel corso soprattutto degli ultimi due secoli l’accrescimento della sua rilevanza. Tale condizione, tuttavia, ha determinato anche l’emergere di prolungate fasi di instabilità e conflitti, soprattutto nel corso degli anni più recenti, determinando l’esigenza di una più puntuale e accurata analisi sulle dinamiche delle politiche regionali e dei singoli paesi.

Nell’ambito del programma Meridiano 42 viene in tal modo condotto un monitoraggio costante della politica locale, elaborando specifici profili di analisi per comprenderne le dinamiche e valutarne l’evoluzione, attraverso la raccolta e l’elaborazione dei principali elementi di interesse atti a valutare i locali sistemi politici e sociali, le variabili della sicurezza e le prospettive dello sviluppo economico.

Oltre alla produzione di documenti di sintesi periodica sulla politica e la sicurezza regionale, vengono realizzati con sistematicità studi analitici e ipotesi di scenario, così come conferenze e tavole rotonde con esperti regionali.

Meridiano 42
Iscriviti alla Mailing List